Vitamina K2 e salute delle ossa: come sono correlate?

3 settembre, 2021 , ,

Vitamina K-2 e salute ossea

L’osteoporosi è un problema di salute comune nei paesi occidentali, e colpisce soprattutto le donne anziane. È caratterizzato da una ridotta massa ossea, una maggiore fragilità delle ossa e una maggiore suscettibilità alle fratture.

Si pensa che la vitamina K, assieme alla vitamina D, alla vitamina C e al calcio, svolga un ruolo importante nel mantenimento di una salute ottimale delle ossa, in particolare negli anziani.

Ricordiamo che il calcio è un componente importante della struttura ossea. Il suo assorbimento da parte dell’intestino è ottimizzato dalla vitamina D, che gioca un ruolo importante nell’equilibrio del calcio e nella mineralizzazione delle ossa. La vitamina C aiuta il corpo a produrre collagene, essenziale per la formazione delle ossa.

Per quanto riguarda la vitamina K-2, una delle sue funzioni più importanti è la regolazione dei depositi di calcio: favorisce la calcificazione delle ossa e previene il deposito di calcio nella parete dei vasi sanguigni. Stimolando gli osteoblasti e inibendo gli osteoclasti, la vitamina K2 (in particolare la sua forma MK-7) ha un effetto anabolico sulla calcificazione delle ossa.

Inoltre agisce in sinergia con la vitamina D per promuovere la costruzione e il mantenimento di ossa sane.

Diversi studi e meta-analisi suggeriscono che la vitamina K2 potrebbe migliorare la densità minerale ossea nelle persone che soffrono di osteoporosi, riducendo così il rischio di fratture.

Uno studio condotto su 241 pazienti con osteoporosi trattati con un supplemento di vitamina K2 MK-4 (45 mg/giorno) associato a un supplemento di calcio (150 mg/giorno) ha mostrato un mantenimento della loro densità ossea e il 65% di fratture in meno, mentre quelli trattati con il solo supplemento di calcio hanno perso il 2,5% della loro densità ossea lombare.

In effetti l’assunzione di alte dosi (fino a 45 mg/giorno) di vitamina K2, tipo MK-4, migliorerebbe la salute delle ossa e ridurrebbe significativamente il rischio di frattura dell’anca (riduzione del 77%), di fratture vertebrali (riduzione del 60%) e di tutte le fratture non vertebrali (riduzione dell’81%).

Un altro studio condotto su un arco temporale di 3 anni ha suggerito che l’assunzione di 180 μg al giorno di vitamina K2 MK-7 potrebbe aiutare le donne in postmenopausa a prevenire la perdita ossea.

L’ipotesi che la vitamina K2 abbia un ruolo nel mantenere e migliorare la densità ossea e prevenire le fratture nelle donne in postmenopausa con osteoporosi è supportata da una meta-analisi.

Dato il suo ruolo nella salute delle ossa, si pensa che la carenza di vitamina K sia associata a una ridotta massa ossea, all’osteoporosi e a un maggiore rischio di fratture.

In conclusione

Ci sono sempre più prove che la vitamina K2 sia in grado di migliorare la salute delle ossa. Si pensa che riduca il rischio di fratture e che aiuti a contrastare la perdita di densità minerale ossea che si verifica con l’invecchiamento, in particolare nelle donne che hanno raggiunto la menopausa.

Sebbene l’assunzione di 45 mg di vitamina K2 MK-4 sia raccomandata come trattamento standard in Giappone, dove si è svolta la maggior parte degli studi, sono necessari ulteriori studi per confermare la sua applicabilità ad altre popolazioni. La dose raccomandata per la vitamina K2 MK-7, basata sul dosaggio utilizzato negli studi di ricerca più recenti, sarebbe di 150-180 µg al giorno. Vogliamo tuttavia sottolineare che non ci sono ancora raccomandazioni ufficiali.

La dieta gioca un ruolo chiave nella prevenzione e nel controllo dell’osteoporosi, e seguire una dieta equilibrata aiuta a mantenere le ossa sane. I nostri menu per l’osteoporosi e la menopausa sono a vostra disposizione per aiutarvi in questo intento.

Attenzione, le persone che usano farmaci che fluidificano il sangue, come il Warfarin o il Coumadin, dovrebbero avere un’assunzione stabile di vitamina K, e non dovrebbero prendere un integratore di vitamina K senza prima consultare un medico.

Fonti

1-  https://www.healthline.com/nutrition/vitamin-k2#what-it-is

2- Fu, X., Shen, X., Finnan, E. G., Haytowitz, D. B., & Booth, S. L. (2016). Measurement of multiple vitamin K forms in processed and fresh-cut pork products in the US food supply. Journal of agricultural and food chemistry, 64(22), 4531-4535.

3- Schwalfenberg, G. K. (2017). Vitamins K1 and K2: the emerging group of vitamins required for human health. Journal of nutrition and metabolism, 2017.

4- Fusaro, M., Cianciolo, G., Brandi, M. L., Ferrari, S., Nickolas, T. L., Tripepi, G., … & M Cheung, A. (2020). Vitamin K and osteoporosis. Nutrients, 12(12), 3625.

5- Hauschka, P. V. (1986). Osteocalcin: the vitamin K-dependent Ca2+-binding protein of bone matrix. Pathophysiology of Haemostasis and Thrombosis, 16(3-4), 258-272.

6- Theuwissen, E., Smit, E., & Vermeer, C. (2012). The role of vitamin K in soft-tissue calcification. Advances in Nutrition, 3(2), 166-173.

7- Yamaguchi, M. (2006). Regulatory mechanism of food factors in bone metabolism and prevention of osteoporosis. Yakugaku Zasshi, 126(11), 1117-1137

8-  Weber, P. (2001). Vitamin K and bone health. Nutrition, 17(10), 880-887.

9- Plaza, S. M., & Lamson, D. W. (2005). Vitamin K2 in bone metabolism and osteoporosis. Alternative Medicine Review, 10(1).

10- Shiraki, M., Shiraki, Y., Aoki, C., & Miura, M. (2000). Vitamin K2 (menatetrenone) effectively prevents fractures and sustains lumbar bone mineral density in osteoporosis. Journal of bone and mineral research, 15(3), 515-521.

11- Fusaro, M., Mereu, M. C., Aghi, A., Iervasi, G., & Gallieni, M. (2017). Vitamin K and bone. Clinical Cases in Mineral and Bone Metabolism, 14(2), 200.

12- Cockayne, S., Adamson, J., Lanham-New, S., Shearer, M. J., Gilbody, S., & Torgerson, D. J. (2006). Vitamin K and the prevention of fractures: systematic review and meta-analysis of randomized controlled trials. Archives of internal medicine, 166(12), 1256-1261.

13- Knapen, M. H. J., Drummen, N. E., Smit, E., Vermeer, C., & Theuwissen, E. (2013). Three-year low-dose menaquinone-7 supplementation helps decrease bone loss in healthy postmenopausal women. Osteoporosis International, 24(9), 2499-2507.

14- Huang, Z. B., Wan, S. L., Lu, Y. J., Ning, L., Liu, C., & Fan, S. W. (2015). Does vitamin K2 play a role in the prevention and treatment of osteoporosis for postmenopausal women: a meta-analysis of randomized controlled trials. Osteoporosis International, 26(3), 1175-1186.

Pages: 1 2

Autori

Jennifer Morzier
Dietista-Nutrizionista membro dell’Albo professionale dei dietisti-nutrizonisti del Québec (OPDQ) , Jennifer è specializzata sia in nutrizione sportiva che in problematiche gastrointestinali, tra cui la dieta FODMAP. Jennifer propone una visione semplice, efficace e pratica riguardo la pianificazione dei pasti quotidiani.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito web utilizza dei cookie per offrire la migliore esperienza utente e assicurare buone prestazioni, la comunicazione con i social network o la visualizzazione di annunci pubblicitari. Cliccando su "ACCETTO", acconsenti all'uso dei cookie in conformità con la nostra politica sulla privacy.

La nostra newsletter settimanale include:

  • Il tuo nuovo menu
  • Ricette e consigli su come mangiare sano
  • Ogni tanto, promozioni su prodotti e servizi di SOSCuisine e alcuni partner di fiducia
  • Ogni tanto, inviti ad aiutare la ricerca scientifica, rispondendo a sondaggi o participando a studi
  • Il tuo indirizzo email non sarà mai trasmesso a terzi e potrai ritirare il tuo consenso in qualsiasi momento.
SOSCuisine, 3470 Stanley, bureau 1605, Montréal, QC, H3A 1R9, Canada.