Cibo da campeggio: come organizzarsi

26 Luglio, 2021 ,

L’estate è la stagione dei picnic e del campeggio. Mangiare all’aperto è divertente, ma è una bella sfida in termini di organizzazione. Ad esempio, bisogna scegliere del cibo da campeggio che soddisfi grandi appetiti, senza essere pesante o ingombrante, e che si mantenga bene per tutta la spedizione. Per essere sicuri che i vostri pasti siano un successo, seguite i nostri consigli!


Giorno 1: Picnic

Il primo giorno si possono utilizzare prodotti freschi per comporre un menu equilibrato, colorato e appetitoso. Gli unici prodotti da lasciare a casa nella stagione calda sono i latticini, che non si conservano bene per più di 4 ore ad una temperatura superiore a quella del frigorifero, cioè 4°C. Unica eccezione: i formaggi a pasta dura, che si conservano meglio.

Esempi di piatti adatti per picnic:

Torte salate, frittate, uova sode, salami, tonno e sardine in scatola, cosce di pollo “fritte” al forno, polpette, cotolette alla milanese, hummus o bàba ghanùsh con verdure crude.

Alle insalate di lattuga, che perdono qualità a contatto prolungato con la vinaigrette, sono da preferire le insalate a base di verdure, riso, pasta, legumi e tabulé. Si serve il tutto con del buon pane da tagliare al momento.

Come dessert consigliamo delle macedonie, del melone (con un po’di Porto per i buongustai) accompagnati da plumcake alla banana, alle carote o alle zucchine. Da evitare i dessert con crema.

Come organizzare il minifrigo portatile?

Per evitare danni durante il trasporto, assicurarsi di utilizzare solo contenitori con un buon coperchio, se possibile, quelli che si avvitano.

È importante riempire bene il frigo. Per mantenere il nostro cibo freddo, la scelta migliore sono gli “ice pack”, che mantengono il freddo molto più a lungo del ghiaccio e inoltre, non fanno acqua sul fondo! Una cosa da sapere: si devono mettere gli “ice pack” sopra il cibo e non sul fondo del frigo, come si tende a fare, perché il freddo scende e il caldo sale! In questo modo la refrigerazione è molto più efficiente.

Giorni 2 e 3: Campeggio

Per alleggerire il trasporto e semplificare la cottura, è meglio portare le porzioni esatte. del cibo da campeggio che cucineremo. Per fare ciò, si utilizzano sacchetti di plastica con cerniera che si chiudono bene, e si eliminano al contempo gli imballaggi non necessari.

È importante pianificare pasti che non richiedano troppe pentole o stoviglie.

Esempi di cibi da campeggio:

Per colazione: frutta fresca, succhi di frutta, granola, latte al cioccolato (in polvere), muffin, burro di arachide e di noci, tè, caffè, ecc.

https://media.soscuisine.com/images/recettes/large/1220.jpg

Noci e frutta secca sono molto pratici per gli escursionisti perché forniscono energia rapidamente.

Per pranzo: Per godersi la giornata in canoa, mountain bike,o trekking è meglio fare degli spuntini veloci. Ci si può sbizzarrire a fare dei panini che contengano altri ingredienti che i classici formaggi e insaccati, per esempio pâté di lenticchie o vegetariano

La maggior parte delle verdure viaggia bene in uno zaino: Basta avvolgerle in un sacchetto di carta, inserito in un sacchetto di plastica, per mantenerle sode e fresche. Nelle mie escursioni mi porto sempre un pezzo di parmigiano, per unire gastronomia ed energia.

Per cena: È il momento di ricaricarsi e nutrirsi bene senza troppi sforzi. Gli ingredienti base sono aglio e cipolla per insaporire, spezie dosate prima di partire, brodo in polvere, ingredienti secchi come lenticchie, couscous, pasta e conserve.

Ecco alcune facili ricette da fare in campeggio:

Pagine: 1 2

The following two tabs change content below.

Autori

Cinzia Cuneo

Cinzia Cuneo
Cofondatrice e presidente di Sukha Technologies Inc.
Italiana di nascita e canadese d’adozione, Cinzia ha deciso di coniugare le sue competenze professionali e la sua passione per la buona tavola sviluppando un servizio per aiutare i numerosi «aventi bisogno» a riprendere il controllo della loro alimentazione. Così è nata SOSCuisine. Ingegnere di formazione al Politecnico di Torino, Cinzia ha conseguito un Master’s Degree in scienze applicate all’École Polytechnique de Montréal.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza dei cookie per offrire la migliore esperienza utente e assicurare buone prestazioni, la comunicazione con i social network o la visualizzazione di annunci pubblicitari. Cliccando su "ACCETTO", acconsenti all'uso dei cookie in conformità con la nostra politica sulla privacy.

La nostra newsletter settimanale include:

  • Il tuo nuovo menu
  • Ricette e consigli su come mangiare sano
  • Ogni tanto, promozioni su prodotti e servizi di SOSCuisine e alcuni partner di fiducia
  • Ogni tanto, inviti ad aiutare la ricerca scientifica, rispondendo a sondaggi o participando a studi
  • Il tuo indirizzo email non sarà mai trasmesso a terzi e potrai ritirare il tuo consenso in qualsiasi momento.
SOSCuisine, 3470 Stanley, bureau 1605, Montréal, QC, H3A 1R9, Canada.